ultimora
Public Policy
  • Home » 
  • Articoli

Un Senato a forma di tacchino

Una bagarre inutile e imbarazzante. Ecco perché la riforma passerà

di Massimo Pittarello - 23 settembre 2015

Hotel finanza

Come la merchant banking può rilanciare le strutture ricettiv

di Roberto Necci - 21 settembre 2015

Ci vuole una bad bank

II governo non ceda alle pressioni Ue e parta con una società di gestione degli attivi deteriorati

di Enrico Cisnetto - 20 settembre 2015

La giacchetta del Senato

TerzaRepubblica intervista Pasquino. Ecco come tutti i difetti della riforma verranno al pettine

di Gianfranco Paqsuino - 19 settembre 2015

Sindacati tra diritti e abusi

Riprendiamo l'articolo di Giuliano Cazzola pubblicato su "Quotidiano Nazionale" il 19-09-2015

di Giuliano Cazzola - 19 settembre 2015

La riscossa industriale italiana

Per trasformare la ripresa in crescita stabile serve una politica industriale ben definita 

di Enrico Cisnetto - 13 settembre 2015

I siriani e la svolta tedesca

Il cartello "We want Germany" dice tutto: Germania oggi significa integrazione e lavoro

di Gianfranco Pasquino - 10 settembre 2015

Riformare la riforma?

Il prepensionamento resta immutato e la riforma è appena stata digerita. Cosa cambiare?

di Giuliano Cazzola - 09 settembre 2015

Eni e il potere della scoperta

Con l'enorme giacimento di gas in Egitto l'Italia finalmente peserà nel mediterraneo

di Enrico Cisnetto - 06 settembre 2015

La "normale" volatilità delle borse

Abituiamoci al su e giù dei listini, a patto che non si distrugga l'economia reale

di Enrico Cisnetto - 30 agosto 2015


Social feed




documenti

Test

chi siamo

Società Aperta è un movimento d’opinione, nato dall’iniziativa di un gruppo di cittadini, provenienti da esperienze professionali e politiche differenti, animati dalla comune preoccupazione per il progressivo declino dell’Italia, già dal lontano 2003, quando il declino dell’economia, almeno a noi, già era evidente come realtà acquisita. L’intento iniziale era evitare che il declino diventasse strutturale, trasformandosi in decadenza. Oltre a diverse soluzioni economiche, Società Aperta, fin dalla sua costituzione, è stata convinta che l’unico modo per fermare il declino sarebbe stato cominciare a ragionare, senza pregiudizi e logiche di appartenenza, sulle cause profonde della crisi economica italiana e sulle possibili vie d’uscita. Non soluzioni di destra o di sinistra, ma semplici soluzioni. Invece, il nostro Paese è rimasto politicamente paralizzato su un bipolarismo armato e pregiudizievole, che ha contribuito alla paralisi totale del sistema. Fin dal 2003 aspiravamo il superamento della fallimentare Seconda Repubblica, per approdare alla Terza, le cui regole vanno scritte aggiornando i contenuti della Carta Costituzionale e riformulando un patto sociale che reimmagini, modernizzandola, la costituzione materiale del Paese. Questo quotidiano online nasce come spin-off di Società Aperta, con lo scopo di raccogliere riflessioni, analisi e commenti propedeutici al salto di qualità necessario