ultimora
Public Policy
  • Home » 
  • Newsletter

Scordiamoci il Referendum

UN ANNO DOPO IL REFERENDUM I RIFORMISTI DEL NO PROPONGANO UN’ASSEMBLEA COSTITUENTE

07 dicembre 2017

I due volti del PD

PENSIONI E ARTICOLO 18? MEGLIO UN PD SOLO MA RIFORMISTA CHE UNITARIO MA MASSIMALISTA

24 novembre 2017

Italia a rischio commissariamento

LA CONTRADDIZIONE TRA L’ECONOMIA CHE VA MEGLIO (GRAZIE A DRAGHI) E LA POLITICA SEMPRE PEGGIO 

17 novembre 2017

Il disastro della politica senza rappresentatività

IL VOTO SENZA ELETTORI PRIVA LA POLITICA DI RAPPRESENTATIVITÀ REALE. DISASTRO PROSSIMO

10 novembre 2017

In Sicilia il voto è nazionale

IN SICILIA IL VOTO SARÀ NAZIONALE PIÙ PER I VINTI CHE PER I VINCITORI RENZI SI GIOCA LA PELLE IL PAESE LA GOVERNABILITÀ

03 novembre 2017

L'Italia del rancore

IL CENSIS DICE CHE SIAMO RANCOROSI? PER FORZA, LA POLITICA ABDICA E LE ALLEANZE SI FANNO DAL NOTAIO

01 novembre 2017

Lettera aperta a Gentiloni

LETTERA APERTA A GENTILONI È IL MOMENTO DI DIRE NO AI GIOCHETTI ELETTORALI E DI FARE SCELTE CORAGGIOSE

27 ottobre 2017

Il caso Bankitalia

IL CASO BANKITALIA È UNO SPROPOSITO ISTITUZIONALE E UN KARAKIRI ECONOMICO CHE FAVORISCE I POPULISTI

20 ottobre 2017

La Rosato "usa e getta"

DA UNA FIDUCIA BRUTTA MA INEVITABILE NASCE UNA LEGGE “USA E GETTA” CHE LASCERÀ IL PAESE SENZA GOVERNO

 

 

 

13 ottobre 2017

Attenti al labirinto dei populismi

TRA SOVRANISMO ANTI-EUROPEO E SECESSIONISMO ALLA CATALANA L’ITALIA RISCHIA DI PERDERSI NEL LABIRINTO DEI POPULISMI

06 ottobre 2017


« 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 »

Social feed




documenti

Test

chi siamo

Società Aperta è un movimento d’opinione, nato dall’iniziativa di un gruppo di cittadini, provenienti da esperienze professionali e politiche differenti, animati dalla comune preoccupazione per il progressivo declino dell’Italia, già dal lontano 2003, quando il declino dell’economia, almeno a noi, già era evidente come realtà acquisita. L’intento iniziale era evitare che il declino diventasse strutturale, trasformandosi in decadenza. Oltre a diverse soluzioni economiche, Società Aperta, fin dalla sua costituzione, è stata convinta che l’unico modo per fermare il declino sarebbe stato cominciare a ragionare, senza pregiudizi e logiche di appartenenza, sulle cause profonde della crisi economica italiana e sulle possibili vie d’uscita. Non soluzioni di destra o di sinistra, ma semplici soluzioni. Invece, il nostro Paese è rimasto politicamente paralizzato su un bipolarismo armato e pregiudizievole, che ha contribuito alla paralisi totale del sistema. Fin dal 2003 aspiravamo il superamento della fallimentare Seconda Repubblica, per approdare alla Terza, le cui regole vanno scritte aggiornando i contenuti della Carta Costituzionale e riformulando un patto sociale che reimmagini, modernizzandola, la costituzione materiale del Paese. Questo quotidiano online nasce come spin-off di Società Aperta, con lo scopo di raccogliere riflessioni, analisi e commenti propedeutici al salto di qualità necessario