ultimora
Public Policy
  • Home » 
  • Newsletter

Fesserie Capitali

NELLA CAPITALE È GARA A CHI FA PIÙ FESSERIE, MA CHI PAGA IL CONTO SONO I ROMANI E RENZI

01 novembre 2015

5 Stelle che non crescono

LO STRANO GIOCO DELLA DITTA “GRILLO & CASALEGGIO” E L’IPOTESI DI MAIO CHE RISCHIA DI NAUFRAGARE

24 ottobre 2015

La manovra di Renzi

RENZI VARA UNA MANOVRA FINALMENTE ESPANSIVA. MA PRIVA DI UN DISEGNO DI POLITICA ECONOMICA

 

17 ottobre 2015

Renzi e la sfida Capitale

SU ROMA E IL DOPO MARINO RENZI RISCHIA SE NON SAPRÀ COSTRUIRE UN PARTITO E UNA CLASSE DIRIGENTE COMPLETAMENTE NUOVI

10 ottobre 2015

Il vertice (decisivo) sui cambiamenti climatici

OCCHIO AL VERTICE DI PARIGI SUI CAMBIAMENTI CLIMATICI È MOLTO PIÙ DECISIVO DELLE PENOSE SCHERMAGLIE SUL SENATO

03 ottobre 2015

La manovra che non va

È INUTILE PIETIRE DALL’EUROPA UN PO’ DI FLESSIBILITÀ IN PIÙ LA MANOVRA FINANZIARIA VA RADICALMENTE CAMBIATA

26 settembre 2015

Renzi e la battaglia del Senato

BERLUSCONI LO SOSTIENE, MA RENZI, SE ANCHE VINCE CONTRO GRASSO E BERSANI, DEVE CAMBIARE

di Enrico Cisnetto - 19 settembre 2015

Caro D'Alema, non far il gioco di Renzi!

CARO D’ALEMA A FARE IL MASSIMALISTA SI FA IL GIOCO DI RENZI (O DI QUALCUN ALTRO)

12 settembre 2015

I mostri del renzismo

LO SCHEMA RENZISMO-ANTIRENZISMO PRODUCE SOLO MOSTRI COME DIMOSTRA LA (PESSIMA) RIFORMA DEL SENATO

05 settembre 2015

Newsletter TerzaRepubblica

RENZI HA SBAGLIATO PARTITO O IL PD HA SBAGLIATO LEADER?
INUTILE DOMANDA PER UN PAESE SFIDUCIATO

 

di Enrico Cisnetto - 01 agosto 2015


« 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 »

Social feed




documenti

Test

chi siamo

Società Aperta è un movimento d’opinione, nato dall’iniziativa di un gruppo di cittadini, provenienti da esperienze professionali e politiche differenti, animati dalla comune preoccupazione per il progressivo declino dell’Italia, già dal lontano 2003, quando il declino dell’economia, almeno a noi, già era evidente come realtà acquisita. L’intento iniziale era evitare che il declino diventasse strutturale, trasformandosi in decadenza. Oltre a diverse soluzioni economiche, Società Aperta, fin dalla sua costituzione, è stata convinta che l’unico modo per fermare il declino sarebbe stato cominciare a ragionare, senza pregiudizi e logiche di appartenenza, sulle cause profonde della crisi economica italiana e sulle possibili vie d’uscita. Non soluzioni di destra o di sinistra, ma semplici soluzioni. Invece, il nostro Paese è rimasto politicamente paralizzato su un bipolarismo armato e pregiudizievole, che ha contribuito alla paralisi totale del sistema. Fin dal 2003 aspiravamo il superamento della fallimentare Seconda Repubblica, per approdare alla Terza, le cui regole vanno scritte aggiornando i contenuti della Carta Costituzionale e riformulando un patto sociale che reimmagini, modernizzandola, la costituzione materiale del Paese. Questo quotidiano online nasce come spin-off di Società Aperta, con lo scopo di raccogliere riflessioni, analisi e commenti propedeutici al salto di qualità necessario