ultimora
Public Policy
  • Home » 
  • Newsletter

Renzi e il bipolarismo strabico

SE BERLUSCONI DA VIA LIBERA ALLE ELEZIONI VOLUTE DA RENZI ANDIAMO VERSO UN BIPOLARISMO “STRABICO”

25 ottobre 2014

La manovra e i mercati

RENZI, TANTI NEMICI TANTO ONORE MA RICORDATI CHE I MERCATI SONO UN CECCHINO IMPLACABILE SE LA MANOVRA È TROPPO DEBOLE

19 ottobre 2014

Rottamiamo il Pd

È VENUTO IL MOMENTO DI “ROTTAMARE” IL PD ULTIMO BALUARDO DEL VECCHIO SISTEMA

12 ottobre 2014

Il semestre sta finendo

RENZI, È VENUTO IL MOMENTO DI DARE UN SENSO AL SEMESTRE UE: RISCRIVERE TUTTE LE EUR O-REGOLE

04 ottobre 2014

La doppia partita di Renzi

LA DOPPIA PARTITA DI RENZI: SE VINCE PRENDE TUTTO, SE PERDE VA A CASA

29 settembre 2014

Renzi al "lavoro" per nuove elezioni

SU ARTICOLO 18 E NOMINE L’OPPOSIZIONE OLD STYLE CERTIFICA L’INDISPENSABILITÀ DI RENZI E GLI SPIANA LA STRADA VERSO LE ELEZIONI

20 settembre 2014

Rottamiamo Cernobbio, ma non solo...

MENTRE INFURIA LA GUERRA TRA I "POTERI DEBOLI" DEBOLI (ENI DOCET) NON BASTA ROTTAMARE CERNOBBIO

13 settembre 2014

Il buono e il cattivo del "renzismo"

C'E' DEL BUONO E DEL CATTIVO NEL "RENZISMO", MA ORA E' TEMPO DI VOLTARE PAGINA CON L'ASSEMBLEA COSTITUENTE E UN "PIANO MARSHALL" PER L'ECONOMIA 

06 settembre 2014

Renzi e la ripresa che non c'è

Il deficit programmatico del governo è evidente, si faccia un manifesto delle scelte davvero rivoluzionarie di cui il nostro Paese ha bisogno

30 agosto 2014

Serve un'alternativa a Renzi e Berlusconi

Siamo finiti in una terra di nessuno, da cui Renzi fatica a tirarci fuori. Ma non esiste alternativa a lui e Berlusconi, bisogna costruirla

02 agosto 2014


« 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 »

Social feed




documenti

Test

chi siamo

Società Aperta è un movimento d’opinione, nato dall’iniziativa di un gruppo di cittadini, provenienti da esperienze professionali e politiche differenti, animati dalla comune preoccupazione per il progressivo declino dell’Italia, già dal lontano 2003, quando il declino dell’economia, almeno a noi, già era evidente come realtà acquisita. L’intento iniziale era evitare che il declino diventasse strutturale, trasformandosi in decadenza. Oltre a diverse soluzioni economiche, Società Aperta, fin dalla sua costituzione, è stata convinta che l’unico modo per fermare il declino sarebbe stato cominciare a ragionare, senza pregiudizi e logiche di appartenenza, sulle cause profonde della crisi economica italiana e sulle possibili vie d’uscita. Non soluzioni di destra o di sinistra, ma semplici soluzioni. Invece, il nostro Paese è rimasto politicamente paralizzato su un bipolarismo armato e pregiudizievole, che ha contribuito alla paralisi totale del sistema. Fin dal 2003 aspiravamo il superamento della fallimentare Seconda Repubblica, per approdare alla Terza, le cui regole vanno scritte aggiornando i contenuti della Carta Costituzionale e riformulando un patto sociale che reimmagini, modernizzandola, la costituzione materiale del Paese. Questo quotidiano online nasce come spin-off di Società Aperta, con lo scopo di raccogliere riflessioni, analisi e commenti propedeutici al salto di qualità necessario