ultimora
Public Policy
  • Home » 
  • Articoli

Le ipocrisie del Salva banche

Dopo il decreto de Governo è partito il gioco dello scaricabarile. Ma le responsabilità sono condivise

di Enrico Cisnetto - 13 dicembre 2015

Tre cose che so sulla Francia

Gianfranco Pasquino su TerzaRepubblica commenta la situazione politica transalpina

di Gianfranco Pasquino - 10 dicembre 2015

Draghi non basta

Non c'è "bazooka" della Bce che tenga senza strategie industriali e innovazione

di Enrico Cisnetto - 05 dicembre 2015

Economia d'ambiente

La tutela dell'ambiente passa per lo sviluppo dell'economia. Ecco il vero obiettivo di Cop21

di Enrico Cisnetto - 29 novembre 2015

Innominati Consulti

Più che del parlamento, la colpa dell'impasse è delle segreterie di partito 

di Gianfranco Pasquino - 27 novembre 2015

Economia di guerra

Una vera politica espansiva non è a debito. E questo vale anche per la guerra di Hollande

di Enrico Cisnetto - 22 novembre 2015

Il pesce puzza dalla testa!

 

La politica può scaricare sulla burocrazia il malfunzionamento dell’apparato statale?

di Riccardo Cappello - 17 novembre 2015

Pasquino intervista Huntington

Intervista immaginaria a Samuel Huntington sugli attentati di Parigi

di Gianfraco Pasquino - 16 novembre 2015

No investimenti, no ripresa!

La fiducia da sola non basta. Per "cambiar verso" servono consumi e investimenti pubblici

di Enrico Cisnetto - 15 novembre 2015

Il grillino c'è

A metà legislatura un bilancio sulla crescita della classe dirigente e parlamentare pentastellata

di Massimo Pittarello - 09 novembre 2015


Social feed




documenti

Test

chi siamo

Società Aperta è un movimento d’opinione, nato dall’iniziativa di un gruppo di cittadini, provenienti da esperienze professionali e politiche differenti, animati dalla comune preoccupazione per il progressivo declino dell’Italia, già dal lontano 2003, quando il declino dell’economia, almeno a noi, già era evidente come realtà acquisita. L’intento iniziale era evitare che il declino diventasse strutturale, trasformandosi in decadenza. Oltre a diverse soluzioni economiche, Società Aperta, fin dalla sua costituzione, è stata convinta che l’unico modo per fermare il declino sarebbe stato cominciare a ragionare, senza pregiudizi e logiche di appartenenza, sulle cause profonde della crisi economica italiana e sulle possibili vie d’uscita. Non soluzioni di destra o di sinistra, ma semplici soluzioni. Invece, il nostro Paese è rimasto politicamente paralizzato su un bipolarismo armato e pregiudizievole, che ha contribuito alla paralisi totale del sistema. Fin dal 2003 aspiravamo il superamento della fallimentare Seconda Repubblica, per approdare alla Terza, le cui regole vanno scritte aggiornando i contenuti della Carta Costituzionale e riformulando un patto sociale che reimmagini, modernizzandola, la costituzione materiale del Paese. Questo quotidiano online nasce come spin-off di Società Aperta, con lo scopo di raccogliere riflessioni, analisi e commenti propedeutici al salto di qualità necessario