ultimora
Public Policy
  • Home » 
  • Articoli

Si fa presto a dire flat tax

La flat tax non è la panacea e non agisce sul lato offerta. Meglio misure fiscali mirate

di Enrico Cisnetto - 18 febbraio 2018

Una nuova Bretton Woods

La tempesta bitcoin e l'attuale guerra monetaria impone nuovi accordi internazionali

di Enrico Cisnetto - 11 febbraio 2018

Stipendi tedeschi più alti

La Germania dia l'esempio aumentando i salari

di Enrico Cisnetto - 04 febbraio 2018

Il fardello della malagiustizia

La scarsa efficienza della giustizia costa al Paese il 4,9% del Pil

di Enrico Cisnetto - 28 gennaio 2018

Revocare la Brexit

Il rebus Brexit da sciogliere per ridare sprint all'Unione

di Enrico Cisnetto - 21 gennaio 2018

Patrimonio culturale

Beni culturali, un patrimonio da sfruttare per far crescere il Pil

di Enrico Cisnetto - 14 gennaio 2018

Vittoria a quota 46

Vittoria impossibile, sfide finte e parlamentari nominati. L'analisi del professor Pasquino

di Massimo Pittarello - 08 gennaio 2018

Rischio spread senza Draghi

Senza il bazooka di Draghi bisogna pensare alla crescita

di Enrico Cisnetto - 07 gennaio 2018

Il fisco di Trump

Riforma fiscale, all'Europa serve il coraggio del Presidente Usa

di Enrico Cisnetto - 23 dicembre 2017

L'assurda battaglia contro la TAP

Con populismo e demagogia si resta al buio e al freddo

di Enrico Cisnetto - 17 dicembre 2017


Social feed




documenti

Test

chi siamo

Società Aperta è un movimento d’opinione, nato dall’iniziativa di un gruppo di cittadini, provenienti da esperienze professionali e politiche differenti, animati dalla comune preoccupazione per il progressivo declino dell’Italia, già dal lontano 2003, quando il declino dell’economia, almeno a noi, già era evidente come realtà acquisita. L’intento iniziale era evitare che il declino diventasse strutturale, trasformandosi in decadenza. Oltre a diverse soluzioni economiche, Società Aperta, fin dalla sua costituzione, è stata convinta che l’unico modo per fermare il declino sarebbe stato cominciare a ragionare, senza pregiudizi e logiche di appartenenza, sulle cause profonde della crisi economica italiana e sulle possibili vie d’uscita. Non soluzioni di destra o di sinistra, ma semplici soluzioni. Invece, il nostro Paese è rimasto politicamente paralizzato su un bipolarismo armato e pregiudizievole, che ha contribuito alla paralisi totale del sistema. Fin dal 2003 aspiravamo il superamento della fallimentare Seconda Repubblica, per approdare alla Terza, le cui regole vanno scritte aggiornando i contenuti della Carta Costituzionale e riformulando un patto sociale che reimmagini, modernizzandola, la costituzione materiale del Paese. Questo quotidiano online nasce come spin-off di Società Aperta, con lo scopo di raccogliere riflessioni, analisi e commenti propedeutici al salto di qualità necessario