ultimora
Public Policy

Meglio tardi che mai

Via i nomi dai simboli

Perché era necessario togliere il nome di Fini dal simbolo del FLI

di Redazione - 11 febbraio 2011

Verrebbe da dire: meglio tardi che mai. Già da tempo – e precisamente dalla presentazione del logo del FLI – avevamo avanzato i nostri dubbi sulla presenza del nome di Gianfranco Fini nel simbolo del partito. Ma come – ci eravamo chiesti – ci si scaglia contro i personalismi berlusconiani nel Pdl e poi, appena usciti da lì, si crea un simbolo, che per natura dovrebbe essere l’anima stessa del partito, che richiama il nome di un singolo invece che l’intera formazione? Ora, alla vigilia del congresso del FLI, ci fa piacere che questo peccato esiziale sia stato cancellato. Chissà che non siano fischiate le orecchie per le nostre rimostranze a Fini e sodali.

Social feed




documenti

Test

chi siamo

Società Aperta è un movimento d’opinione, nato dall’iniziativa di un gruppo di cittadini, provenienti da esperienze professionali e politiche differenti, animati dalla comune preoccupazione per il progressivo declino dell’Italia, già dal lontano 2003, quando il declino dell’economia, almeno a noi, già era evidente come realtà acquisita. L’intento iniziale era evitare che il declino diventasse strutturale, trasformandosi in decadenza. Oltre a diverse soluzioni economiche, Società Aperta, fin dalla sua costituzione, è stata convinta che l’unico modo per fermare il declino sarebbe stato cominciare a ragionare, senza pregiudizi e logiche di appartenenza, sulle cause profonde della crisi economica italiana e sulle possibili vie d’uscita. Non soluzioni di destra o di sinistra, ma semplici soluzioni. Invece, il nostro Paese è rimasto politicamente paralizzato su un bipolarismo armato e pregiudizievole, che ha contribuito alla paralisi totale del sistema. Fin dal 2003 aspiravamo il superamento della fallimentare Seconda Repubblica, per approdare alla Terza, le cui regole vanno scritte aggiornando i contenuti della Carta Costituzionale e riformulando un patto sociale che reimmagini, modernizzandola, la costituzione materiale del Paese. Questo quotidiano online nasce come spin-off di Società Aperta, con lo scopo di raccogliere riflessioni, analisi e commenti propedeutici al salto di qualità necessario