ultimora
Public Policy
  • Home » 
  • Archivio » 
  • Il Paese scivola nella paralegalità

La mancata elezione dei giudici costituzionali

Il Paese scivola nella paralegalità

All’appello di Casini si aggiunge la preoccupazione di Andreotti

di Società Aperta - 26 maggio 2005

L’ulteriore stop odierno alla votazione dei membri della Consulta non fa altro che dimostrare come il nostro Paese scivoli sempre più nella zona grigia della para-legalità.

In merito non si può che condividere il pensiero serio e preoccupato del Senatore Giulio Andreotti, che vede come danno gravissimo alle Istituzioni il blocco della Corte Costituzionale, che va avanti da fine gennaio.

Anche senza arrivare – come ipotizza il Senatore – allo scioglimento delle Camere, un monito del Colle non potrebbe che giovare, dal momento che numerosi appelli, ultimo quello del Presidente della Camera Pier Ferdinando Casini, sono già caduti nel vuoto.

Social feed




documenti

Test

chi siamo

Società Aperta è un movimento d’opinione, nato dall’iniziativa di un gruppo di cittadini, provenienti da esperienze professionali e politiche differenti, animati dalla comune preoccupazione per il progressivo declino dell’Italia, già dal lontano 2003, quando il declino dell’economia, almeno a noi, già era evidente come realtà acquisita. L’intento iniziale era evitare che il declino diventasse strutturale, trasformandosi in decadenza. Oltre a diverse soluzioni economiche, Società Aperta, fin dalla sua costituzione, è stata convinta che l’unico modo per fermare il declino sarebbe stato cominciare a ragionare, senza pregiudizi e logiche di appartenenza, sulle cause profonde della crisi economica italiana e sulle possibili vie d’uscita. Non soluzioni di destra o di sinistra, ma semplici soluzioni. Invece, il nostro Paese è rimasto politicamente paralizzato su un bipolarismo armato e pregiudizievole, che ha contribuito alla paralisi totale del sistema. Fin dal 2003 aspiravamo il superamento della fallimentare Seconda Repubblica, per approdare alla Terza, le cui regole vanno scritte aggiornando i contenuti della Carta Costituzionale e riformulando un patto sociale che reimmagini, modernizzandola, la costituzione materiale del Paese. Questo quotidiano online nasce come spin-off di Società Aperta, con lo scopo di raccogliere riflessioni, analisi e commenti propedeutici al salto di qualità necessario