ultimora
Public Policy
  • Home » 
  • Enrico Cisnetto » 
  • Cisnetto Pensiero

Riorganizzaimo le partecipate pubbliche

Non si tratta di “affamare la bestia”, ma di attuare una saggia politica industriale

di Enrico Cisnetto - 16 novembre 2014

Habemus deflazione

Non è la leggera risalita dei prezzi al consumo che ferma la pericolosa spirale deflattiva

di Enrico Cisnetto - 02 novembre 2014

Più progetti, meno slide

La legge di stabilità va nel verso giusto ma non basta. Renzi ridiscuta il fiscal compact con l'Europa

di Enrico Cisnetto - 26 ottobre 2014

Tagliamo regioni e comuni

Prioritario accorpare i comuni al di sotto dei 15mila abitanti. Ma anche 20 regioni sono troppe

di Enrico Cisnetto - 19 ottobre 2014

Tu chiamale se vuoi, ambizioni

Occorre una scossa per ridare credibilità al Paese e calmierare i mercati

di Enrico Cisnetto - 17 ottobre 2014

Fuori i soldi

L'Europa intera ha esultato per il Jobs Act, ma per la crescita vera serve ben altro

di Enrico Cisnetto - 12 ottobre 2014

La corsia per lo sviluppo

Dal 1990 gli investimenti in grandi opere son calati del 35%. E' ora di invertire la rotta

di Enrico Cisnetto - 05 ottobre 2014

Renzi contro tutti

Se l'economia non va non certo colpa di Renzi, ma i limiti programmatici del suo Governo sono evidenti

di Enrico Cisnetto - 26 settembre 2014

Caro Renzi, elimina la Cig

Inutile tenere in vita aziende decotte, meglio usare le risorse per un sussidio di disoccupazione

di Enrico Cisnetto - 21 settembre 2014

7 a 0 per Renzi

Il jobs act, utile ma tardivo, è per il governo la certificazione di credibilità politica in Europa

di Enrico Cisnetto - 19 settembre 2014


« 1 2 3 »

Social feed




documenti

Test

chi siamo

Società Aperta è un movimento d’opinione, nato dall’iniziativa di un gruppo di cittadini, provenienti da esperienze professionali e politiche differenti, animati dalla comune preoccupazione per il progressivo declino dell’Italia, già dal lontano 2003, quando il declino dell’economia, almeno a noi, già era evidente come realtà acquisita. L’intento iniziale era evitare che il declino diventasse strutturale, trasformandosi in decadenza. Oltre a diverse soluzioni economiche, Società Aperta, fin dalla sua costituzione, è stata convinta che l’unico modo per fermare il declino sarebbe stato cominciare a ragionare, senza pregiudizi e logiche di appartenenza, sulle cause profonde della crisi economica italiana e sulle possibili vie d’uscita. Non soluzioni di destra o di sinistra, ma semplici soluzioni. Invece, il nostro Paese è rimasto politicamente paralizzato su un bipolarismo armato e pregiudizievole, che ha contribuito alla paralisi totale del sistema. Fin dal 2003 aspiravamo il superamento della fallimentare Seconda Repubblica, per approdare alla Terza, le cui regole vanno scritte aggiornando i contenuti della Carta Costituzionale e riformulando un patto sociale che reimmagini, modernizzandola, la costituzione materiale del Paese. Questo quotidiano online nasce come spin-off di Società Aperta, con lo scopo di raccogliere riflessioni, analisi e commenti propedeutici al salto di qualità necessario